skip to Main Content

PREMESSA

Il Decreto Legislativo 8 giugno 2001 n. 231 ha introdotto per la prima volta nell’ordinamento italiano la disciplina della responsabilità amministrativa delle società per reati commessi da soggetti apicali, da dipendenti o collaboratori, nell’interesse o a vantaggio della società stessa. L’innovazione definita dal legislatore riguarda, in sostanza, la previsione di un’autonoma responsabilità dell’azienda, che si aggiunge a quella della persona fisica, autrice materiale di un illecito con rilevanza penale.

Il campo di applicazione del decreto è andato negli anni ampliandosi ad un elevato numero di fattispecie di reato, in particolare:

  • Legge n. 123 del 3 agosto 2007, correlata alla sicurezza sui luoghi di lavoro, per le ipotesi di omicidio colposo (art. 589 c.p.) e lesioni personali colpose (gravi e gravissime) (art. 590 c.p.).
  • D.Lgs. 7 luglio 2011 n. 121, in attuazione della direttiva comunitaria n. 2008/99/CE emanata in tema di tutela penale dell’ambiente, per numerose ipotesi correlate ai cd. reati ambientali (dal 16 agosto 2011).

ECOLOGICA NAVIGLIO S.p.A., al fine di assicurare le migliori condizioni di correttezza e di trasparenza nella gestione della Società e delle attività aziendali, ha adottato un “Modello Organizzativo” in linea con le prescrizioni del Decreto Legislativo 231/2001.

PER APPROFONDIRE

MODELLO ORGANIZZATIVO

Il Modello di organizzazione e gestione adottato da ECOLOGICA NAVIGLIO S.p.A. è stato predisposto attraverso un progetto di compliance aziendale che ha coinvolto tutta l’organizzazione. E’ uno strumento di comunicazione con tutti i soggetti interessati alle attività della Società (stakeholder), in particolare i soci, i dipendenti, i clienti, il management, i fornitori, i collaboratori e gli organi di controllo, al fine di conoscere procedure e prassi operative e migliorare le relazioni commerciali e sociali in essere.

Il Modello rappresenta, in particolare, uno strumento di sensibilizzazione per i soggetti interessati affinché nell’espletamento delle proprie attività seguano comportamenti corretti e lineari, in modo da prevenire il rischio di commissione dei reati individuati dalla norma 231.

ORGANISMO DI VIGILANZA

Il compito di vigilare sul funzionamento e l’osservanza del Modello Organizzativo e di curarne l’aggiornamento è stato affidato dal Consiglio di Amministrazione di ECOLOGICA NAVIGLIO S.p.A. ad un organismo collegiale, denominato “Organismo di Vigilanza”, dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo. L’O.d.V. è composto da tre componenti esterni, riporta al Consiglio di Amministrazione ed interagisce con le diverse funzioni aziendali ed il Collegio Sindacale.

L’Organismo di Vigilanza:

  • svolge attività che non possono essere sindacate da alcun altro organismo o struttura o funzione aziendale,
  • ha diritto di libero accesso presso tutte le strutture e funzioni aziendali, nessuna esclusa e senza necessità di alcun consenso preventivo o preavviso, onde poter ottenere ogni informazione o dato ritenuto necessario per lo svolgimento dei compiti previsti dal D. Lgs. 231/2001,
  • nell’esercizio della sua attività, può avvalersi, sotto la sua diretta vigilanza e responsabilità, dell’ausilio di tutte le strutture o funzioni della Società ovvero dei consulenti esterni che ritenga necessari.

Per la segnalazione di presunte violazioni o comportamenti anche potenzialmente non corretti, in relazione a quanto oggetto del Modello Organizzativo adottato da ECOLOGICA NAVIGLIO S.p.A., è disponibile la seguente e-mail: segnalazione231@ecologicanaviglio.it

L’accesso a tale e-mail e quindi le segnalazioni saranno trattate in totale autonomia e riservatezza dall’Organismo di Vigilanza, al fine di garantire adeguata tutela del soggetto che le ha inviate.

CODICE ETICO

L’espressione della volontà aziendale di aderire a quanto richiesto dal D. Lgs. 231/2001, di cui il Modello organizzativo è esplicita conseguenza, è costituita dal “Codice Etico”, assunto dalla Società con delibera del Consiglio di Amministrazione del 23 marzo 2011. Alcuni dei valori sostenuti dalla Società:

  • fornire servizi di qualità,
  • agire con integrità e rispetto delle disposizioni legislative vigenti e dei valori della collettività,
  • intrattenere relazioni professionali e chiare con gli “stakeholder”.

Particolare attenzione è richiesta alla direzione ed agli altri responsabili, nonché ai membri dell’Organismo di Vigilanza, secondo le rispettive competenze.

Il Codice Etico è a disposizione dei clienti, dei fornitori e degli altri soggetti che interagiscono con la Società: in particolare, esso viene portato a conoscenza di terzi, che ricevono incarichi o hanno rapporti durevoli, invitati formalmente a rispettarne i principi ed i criteri di condotta.

Nell’ambito dei relativi rapporti contrattuali, ECOLOGICA NAVIGLIO S.p.A. chiede ai propri Fornitori di dimostrare il loro impegno verso gli stessi standard di comportamento, in particolare nel rispetto delle seguenti condizioni:

  • conformità a leggi e normative,
  • salute e sicurezza dei dipendenti,
  • tutela ambientale.

 

LA NORMA E I SUOI AGGIORNAMENTI

DECRETO LEGISLATIVO 8 giugno 2001, n. 231 – Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle societa’ e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell’articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300. (GU n.140 del 19-6-2001).

Vai al sito NORMATTIVA, per leggere il decreto e tutti i suoi aggiornamenti, impiegando le apposite funzioni di ricerca semplice e avanzata

Back To Top