skip to Main Content
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania
Africa 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della MauritaniaAfrica 2020: Al Via Il Progetto Per Aiutare I Villaggi Della Mauritania

Africa 2020: al via il progetto per aiutare i villaggi della Mauritania

Africa 2020 è la nostra opportunità per essere concreti rispetto ai nostri valori aziendali che parlano anche di impegno per rendere il mondo un posto migliore.
Il prossimo 15 febbraio parte una spedizione organizzata da Sahara Mon Amour con l’obiettivo di portare abiti, medicinali e aiuti economici ai villaggi della Mauritania.

Aggiornamento al 10 marzo: il nostro collega e i suo compagni hanno quasi raggiunto la fine della spedizione! Trovi le immagini in testata e più sotto con la cronistoria.

«Il progetto Africa 2020 ci è stato proposto da Luciano Ravasio, nostro dipendente che ogni due anni parte con l’obiettivo di aiutare persone in difficoltà, quest’anno di alcune zone della Mauritania – dichiara Alberto Riva, direttore generale Ecologica Naviglio – e abbiamo deciso di sposare il progetto perché

siamo convinti che le aziende siano chiamate
a scendere in campo in modo concreto.

Conosciamo il valore di questa spedizione e l’impegno nel portare gli aiuti direttamente agli interessati».

Ecologica Naviglio ha sostenuto l’iniziativa fornendo un supporto economico che verrà destinato all’acquisto di medicinali, abiti, materiale scolastico e che contribuirà alla costruzione della nuova scuola.

Luciano Ravasio racconta di essere impegnato in questi viaggi in Africa da oltre 30 anni. Ha iniziato per pura passione del moto rally ma una volta arrivato sul posto si è accorto di quanto potesse essere di aiuto ai villaggi di questo paese. «Con gli anni ho sostituito le moto con le jeep e ho cominciato a esplorare i villaggi Tuareg nel deserto. Parlando con i capo villaggi ho compreso l’opportunità di poter

mostrare la mia gratitudine per il senso di libertà
che mi offre questa terra, portando aiuti concreti

– racconta Ravasio – oggi ogni volta che arrivo nel villaggio di Nouakchott, la capitale della Mauritania, vengo accolto con una grande festa. È una vera gioia».

La modalità di consegna degli aiuti è ormai diventata un’abitudine ben accolta. «Portiamo abiti e scarpe che raccogliamo in Italia e acquistiamo cancelleria per i bambini che vanno a scuola. Consegniamo tutto al capo villaggio che provvede a distribuire equamente alle famiglie. Ci occupiamo anche di fornire medicinali che acquistiamo sulla base delle indicazioni di un medico che lavora lì e denaro che consegniamo direttamente all’orfanotrofio per acquistare materiali scolastici. Quest’anno, inoltre, grazie all’aiuto di Ecologica Naviglio possiamo contribuire anche alla costruzione della nuova scuola».

Ravasio, che confessa di aver maturato un vero e proprio Mal D’Africa dato dal ritmo della semplicità che in questa terra ritrova, racconta aneddoti che scaldano il cuore e arricchiscono l’esistenza. Come quello che vede protagonista Yslim, un capo tra i più anziani della Mauritania che ha fondato un museo di preistoria sahariana insieme all’esploratore e naturalista Theodore Monod. «Ogni volta che vado a trovarlo resto con lui per qualche giorno e lo accompagno nei suoi spostamenti. Vive nel profondo deserto e i chilometri da fare a piedi possono essere faticosi alla sua età».

Racconteremo la spedizione, che si concluderà il prossimo 16 marzo, sui nostri profili Facebook, LinkedIn e Twitter. Seguiteci per scoprire i protagonisti di questa avventura.

Aggiornamento al 10 marzo: leggi sotto i nostri tweet e viaggia anche tu tra le foto della galleria!

Martedì 10 Marzo 2020

Fermarsi, fare un pezzo di strada indietro, ritrovare la forza e poi ripartire per riuscire. Dall’Africa Luciano, Alessandro, Giorgio, Caterina, Dario e Valentina ci hanno mandato questo video che sembra essere la perfetta rappresentazione di un momento di difficoltà che si traduce in una riuscita. Loro si trovano nel deserto a portare aiuti umanitari. Noi in un’Italia che in questo momento sta facendo un passo indietro per poter ripartire meglio di prima. Ma sappiamo di potercela fare, tutti insieme. Come genere umano.#Africa2020

Venerdì 6 Marzo 2020

Quanta gioia può procurare un arrivo? Basta guardare i volti sorridenti dei bambini dell’orfanotrofio di Nouakchott per rendersi conto del valore umanitario che ha la spedizione #Africa2020. Incontri che portano gioia prima ancora che aiuti. Quella felicità che nasce da dentro al solo pensiero che qualcuno si è ricordato di noi. I palloncini colorati, le risate, gli abbracci, la condivisione. Siamo tutti cittadini del mondo e generare uno stato di benessere negli altri dovrebbe diventare una nostra abitudine.

Mercoledì 4 Marzo 2020

Il viaggio si fa sempre più affascinante tra tratti di natura incontaminata, dune insidiose e lunghi tragitti a temperature che si aggirano sui 33-34 gradi e tratti di costa dal clima più gradevole. In questi giorni i protagonisti della spedizione #Africa2020 stanno attraversando il Parco Naturale Banc d’Arguin in Mauritania. In attesa di dirigersi al Nord per nuove avventure, hanno fatto una sosta al Tropico del Cancro e affrontato alcune difficoltà con le Renault 4. Dopo averle trainate per affrontare le dune del deserto hanno avuto necessità di una sosta per manutenzione. Sembra non ci sia nulla che possa fermare il nostro Luciano Ravasio e i suoi compagni di viaggio. Il desiderio di aiutare le popolazioni in difficoltà è più  forte di ogni imprevisto. E noi, qui in Italia, ci lasciamo conquistare dalle immagini che ci inviano con grande orgoglio per aver sostenuto questa spedizione che parla di umanità.

Venerdì 28 febbraio 2020

Sono giorni molto particolari qui in Italia. Di quei giorni che ci fanno riflettere molto pensando a quanto sta accadendo. Riteniamo che questi siano momenti che inducono a una riflessione: abbiamo bisogno di tornare a essere umani e occuparci degli altri. Mentre noi riflettiamo, dall’Africa ci arrivano notizie e immagini che ci fanno sentire onorati di poter contribuire al progetto #Africa2020 che porta aiuti alle popolazioni della Mauritania. Luciano Ravasio, il nostro collaboratore, insieme ai suoi compagni di viaggio hanno lasciato i nostri aiuti dall’Italia a Dehi, guida sahariana che si occuperà di distribuirli equamente nei villaggi locali. Ma c’è una nuova tappa in programma.

Venerdì 21 febbraio 2020

Il Marocco con i suoi colori caldi e il clima mite ha accolto i protagonisti della spedizione #Africa2020. Il nostro collaboratore Luciano Ravasio insieme a Alessandro Spelta, Giorgio Lupatini, Caterina Spelta, Dario Prandi e Valentina Cafrese ci tengono aggiornati sulle tappe della loro avventura. Dopo una traversata in mare con partenza da Genova, sono sbarcati in Marocco e ora stanno percorrendo la costa fino in Mauritania. Le foto che ci hanno inviato ci raccontano di scenari molto suggestivi, cene nel deserto per recuperare le forze ed entrare in contatto con il territorio, pause forzate per via di problemi alle auto e sorrisi entusiasti. Il gruppo lavora all’unisono per risolvere i problemi e procedere. Attualmente i nostri avventurieri sono nel deserto di Laâyoune nel Sahara Occidentale dove si lasciano conquistare dalle popolazioni locali.

Lunedì 17 febbraio 2020

I protagonisti della spedizione #Africa2020, che ci vede tra gli sponsor, è partita come da piani stabiliti. Siamo molto fieri dell’opportunità che è stata data alla nostra azienda: portare aiuti umanitari alle popolazioni africane è certamente un impegno in cui crediamo e che vogliamo sostenere. In questo momento, mentre noi in ufficio portiamo avanti il lavoro, i protagonisti del viaggio stanno effettuando la traversata in mare per raggiungere il Marocco. E, come vedete dalle foto, stanno ripassando il percorso da fare. Gli escursionisti sono il nostro dipendente Luciano Ravasio, Alessandro Spelta membro del direttivo Avis di Besate, Giorgio Lupatini, Caterina Spelta, Dario Prandi e Valentina Cafrese .A bordo di 2 Renault 4 adattate per rispondere alle esigenze del percorso da effettuare e di un pickup Nissan, percorreranno il territorio dal Marocco alla Mauritania per portare aiuti concreti ai villaggi di Nouakchott. «A bordo delle auto abbiamo abiti, scarpe, materiale scolastico e medicinali. Arriveremo a destinazione e sarà nostra cura dare tutto al capo villaggio in modo che possa distribuire alle famiglie – racconta Ravasio che rappresenta la nostra azienda in questa spedizione – abbiamo anche del denaro che doneremo per la costruzione della nuova scuola e per eventuali necessità che ci verranno comunicate una volta arrivati a destinazione». Su questa pagina vi aggiorneremo con foto e racconti.

Venerdì 14 Febbraio 2020

La nuova avventura di Ecologica Naviglio si chiama Africa 2020: una spedizione che ha come obiettivo portare abiti, medicinali e cancelleria nei villaggi della Mauritania. «Il progetto Africa 2020 ci è stato proposto da Luciano Ravasio, nostro dipendente che ogni anno parte con l’obiettivo di aiutare le popolazioni in difficoltà di alcune zone della Mauritania. Quest’anno abbiamo deciso di sposare il progetto perché siamo convinti che le aziende siano chiamate a scendere in campo in modo concreto. Conosciamo il valore di questa spedizione e l’impegno nel portare gli aiuti direttamente agli interessati». Così racconta la spedizione Alberto Riva, il nostro direttore generale. La partenza è prevista per domani 15 febbraio e noi siamo pronti a raccontarvi tutti i protagonisti della spedizione attraverso questa pagina.

Redazione

Redazione

Gestione SOSTENIBILE reflui e rifiuti industriali.
Produrre meglio: con meno rifiuti

Back To Top
X